Credimi

Parola ai clienti di Credimi: Easylife

Interviste_clientisuperstar

Come nasce un’impresa di successo? Dall’ascolto di un bisogno…

Per questo Donato Cella ha fondato ‘Easylife’ nel 2016. Due esigenze diverse, un’unica soluzione.

Guarda l'intervista qui👇

 

Di cosa si occupa Easylife?

Nata nel 2016, Easylife oggi impiega circa 10 dipendenti a cui vanno sommate le maestranze per pulizie, check in e check out, sicurezza e assistenza. Racconta Donato Cella, CEO e Founder dell’azienda

“Ad oggi gestiamo l’affitto a breve termine di oltre 100 appartamenti in tutta Italia con un focus su Milano. Come dice il nome stesso ‘easy’ ‘’life’ (vita facile) il nostro obiettivo è da un lato quello di rendere facile e veloce per i proprietari affittare i loro appartamenti e ricavare così una extra rendita senza doversene occupare in prima persona, dall’altro fornire ai clienti ospiti un'eccellente customer experience e rendere semplice tutto il processo di ricerca e affitto della casa semplice” aggiunge Laura Lamarra, PR, Communication & Event Manager.

 

Quali sono i vostri progetti per il futuro?

Abbiamo predisposto un piano industriale che prevede una forte crescita in termini di appartamenti gestiti, con l’ambizioso progetti di decuplicarli dai 100 attuali a 1000 circa. Per farlo una leva molto importante per noi è e sarà il marketing digitale. Anche per questo motivo abbiamo iniziato a cercare un finanziamento per poter fare un investimento adeguato che ci permettesse di attrarre clienti e di ampliare la nostra gamma di servizi così da essere ancora più competitivi.

 

Che servizi offre Easylife?

Easylife offre una gestione integrata e coordinata di tutti quei servizi legati alla gestione di un alloggio al fine di massimizzare la rendita per chi affitta e di trovare una sistemazione strategica - per punti di interesse e qualità in termini di comfort - per chi alloggia.

 

easylife_clienti_credimi

 

Quando hai sentito parlare di Credimi per la prima volta?

Ho sentito parlare di Credimi per la prima volta nel 2019. Al tempo cercavo un modo per ottenere liquidità velocemente per la mia azienda alternative a quelle bancarie; cercando su internet mi sono imbattuto in Credimi…

 

Come è stata l’esperienza?

“La cosa che mi ha colpito di più di Credimi è la velocità e la professionalità. Abbiamo completato la richiesta in 1 minuto, e in 3 giorni abbiamo ricevuto il preventivo e dopo la delibera positiva - in poche settimane - abbiamo ricevuto il finanziamento sul nostro conto. Posso dire che il processo con Credimi è davvero veloce e facile: non ci hanno chiesto nessun documento e non è servita nessuna garanzia. Zero burocrazia!” conclude Donato.

 

“Digitali, veloci ed efficaci!”

 

Per cosa avete utilizzato il finanziamento? 

Abbiamo chiesto un primo finanziamento per finanziare le spese di ristrutturazione di un appartamento e un secondo per fare un investimento importante di marketing digitale supportati da un’agenzia. Parola d’ordine per noi nei prossimi anni sarà proprio ‘crescere’ e diventare competitivi. 

 

Consiglieresti Credimi ad un’altra azienda?

"Assolutamente sì. A tutte le piccole e medie imprese italiane che hanno bisogno di avere un interlocutore veloce con cui confrontarsi senza burocrazia e senza garanzie da presentare". 

 

Da sempre Credimi ha la missione di rendere l’accesso al credito semplice e veloce e di sostenere la crescita di tante aziende italiane, proprio come Easylife

SCOPRI DI PIÙ

 

Altre notizie simili
Bruno Garavello, CEO e Founder di Xnext

Credimi presenta Xnext | Storie d’Impresa

Raccontiamo le storie delle PMI clienti di Credimi. La seconda intervista è a Bruno Garavelli, Co-Founder e CEO di Xnext a Milano.
nadia_fatibardi_md_service

Credimi presenta MD Service | Storie d’Impresa

In questa intervista Nadia Fatibardi ci racconta la storia dell’impresa MD Service di Treviso e perché hanno chiesto un finanziamento a Credimi.
since1887_anteprima

Credimi presenta Since 1887 | Storie d’Impresa

In questa intervista, Stefano Zilioli ci racconta la storia dell’impresa Since 1887 in Franciacorta e perché hanno chiesto un finanziamento a Credimi.