Finanza Aziendale

Costo del Credito: come ridurlo?

112_private equity interno

di Redazione

Dietro al “tasso nominale” applicato dalla banca ai finanziamenti dei crediti commerciali spesso si nascondono molteplici altre spese, difficili da prevedere e che possono far salire non poco il costo complessivo complesso, ed aumentare la differenza tra tasso nominale e tasso effettivo pagato.

Come ridurre il costo del finanziamento dei crediti commerciali?

Beh, oggi farlo è più semplice, e a volte basta solo un clic!

Scopriamo insieme come.

Costo del credito: facciamo chiarezza

Non è raro di questi tempi sentire imprenditori che sostengono di ricevere prestiti dalla propria banca a costo (quasi) zero. 

Ma  avete mai sentito parlare di banche che erogano un servizio gratis? Nemmeno noi.

Va sottolineato che le azioni promosse negli ultimi anni dalla BCE hanno comportato un generale abbassamento dei tassi, a tutto vantaggio delle imprese, ma siamo sicuri che il cosiddetto “tasso nominale” che la banca carica per scontare una fattura sia tutto ciò che deve essere tenuto in considerazione per calcolare quanto costa davvero l’anticipo fatture?

 

Costo finanziamenti: una questione di commissioni

Dietro al "tasso nominale" nel caso di anticipo fatture si nascondono spesso molteplici altri costi, a volte addebitati su base annuale o semestrale, a volte per ogni fattura presentata, che alla fine dell’anno assumono un peso tutt'altro che irrilevante sul costo di credito, e quindi sul bilancio.

L'esempio più lampante sono le commissioni per il mantenimento della linea di credito, che sono addebitate sempre, anche nel caso in cui venga parzialmente utilizzata o anche quando non venga utilizzata del tutto.

Solo per fare qualche esempio, si può pensare alle commissioni:

  • di factoring;
  • di presentazione fattura;
  • di presentazione effetto;
  • di presentazione cessione;
  • di gestione presentazioni;
  • di gestione insoluto;
  • di proroga della scadenza;
  • di istruttoria.
  • spese di notifica

E la lista potrebbe anche continuare a lungo.

Come cercare dunque di ridurre il costo del finanziamenti dei crediti commerciali, in questa selva di commissioni?

Beh, per prima cosa, è fondamentale avere consapevolezza di quali sono i costi di un finanziamento, qualunque sia (anticipo fatture, factoring o digital lending), in secondo luogo capire come la tecnologia può dare una mano, e aiutare imprenditori, imprenditrici e professionisti nel tentativo di ridurre la differenza tra tasso nominale e tasso effettivo pagato.


costo credito imprese

Come ridurre i costi con il factoring

Oggi, per imprese e professionisti, c’è anche una strada differente da quella delle banche e dei factor tradizionali: il factoring digitale, che attraverso gli innovativi strumenti del fintech (la tecnologia finanziaria appunto), profila soluzioni in cui alcune di queste commissioni possono essere ridimensionate, se non proprio eliminate. 

Come?

Proprio grazie alla disintermediazione consentita dal web e dalla tecnologia!

Le procedure di istruttoria e di gestione delle pratiche diventano infatti più agili, si crea un filo diretto davvero immediato per la gestione dei singoli anticipi fattura, e l’intera elaborazione delle pratiche da parte delle piattaforme fintech avviene in modo più efficiente ed automatizzato

In questo modo si risparmia non solo tempo, ma anche tutti i costi legati all’istruttoria o legati alle risorse che invece un istituto di credito lontano delle dinamiche digital deve mettere in campo per effettuare analisi preliminari, valutazioni, acquisizione della documentazione, e tutte le altre operazioni connesse al perfezionamento delle pratiche.

Operando senza tutto questo invece, il fintech supporta professionisti e imprese mettendoli in condizione di presentare la documentazione in modo istantaneo, di ottenere risposte rapide e accedere al finanziamento del credito in modo veloce e sicuro, e soprattutto di poter seguire l’andamento delle proprie pratiche e prendere decisioni sul factoring per la propria azienda con un clic

Non solo quindi semplificazione e risparmio di tempo, ma anche e soprattutto riduzione del costo dei crediti, per professionisti e imprese.

 

Oltre al factoring digitale, esistono altre soluzioni per finanziare la tua impres in modo semplice e veloce. Credimi è la fintech leader dei finanziamenti digitali alle imprese in Europa. 

SCOPRI DI PIÙ

 

 

Altre notizie simili
Calcolo tasso effettivo globale

Tasso effettivo globale: quanto costa davvero l’anticipo fatture

A quanto ammonta il tasso effettivo globale medio per l’anticipo delle fatture? Scopri come calcolare la vera percentuale pagata sulle fatture.
Contratto Finanziamento Imprese

Come leggere un contratto di finanziamento per la tua impresa

Come si legge un contratto di finanziamento? Ecco come interpretare correttamente tutte le voci e capire a cosa prestare attenzione prima della firma.
factoring_digitale

Cos'è il Factoring Digitale e come funziona | Credimi

Cos'è il factoring digitale e come utilizzarlo per smobilizzare i crediti commerciali della tua azienda. Una spiegazione semplice e chiara con esempi.