Credimi News - 15 maggio 2019
Il futuro delle filiere? Più integrazione e centralità del CFO

La sintesi degli interventi di Finance Leaders Talks

di Samuele Tramontano

 “Le imprese italiane sono in un contesto bestiale, non sono aiutate da nessuno. Devono muovere il culo per definizione”: con l’intervento di Alberto Forchielli, Managing Partner di Mandarin Capital Partners, in collegamento diretto da Bangkok, si è aperta la prima edizione di Finance Leaders Talks, l’appuntamento organizzato da Business International con Credimi e Gruppo Hera, dedicato al confronto tra leader della finanza d’impresa, imprenditori e manager sui nuovi trend che stanno cambiando il modo di fare business.

Nella cornice bolognese dello Spazio Hera, sala piena per l’occasione, lo scorso 9 maggio si sono alternati sul palco, ed in collegamento da altre città, alcuni speakers di livello nazionale ed internazionale che, moderati da Andrea Cabrini – Direttore di Class CNBC – hanno fornito il loro punto di vista sulla situazione attuale dell’economia italiana, delle imprese e delle loro filiere.

Forchielli ha sottolineato che “una delle cose che in America non sanno fare e per cui guardano l’Italia con interesse è la gestione dei distretti”, ed anche come nella situazione attuale “i mercati asiatici sono meno affidabili di una volta. Il commercio mondiale sta scendendo. Gli investimenti mondiali stanno scendendo ed è in atto un processo di deglobalizzazione; in questo senso le Supply Chain europee saranno rafforzate”.

Da un altro punto di vista invece Claudio Costamagna, Business Advisor, Presidente di CC & Soci e già Presidente Cassa Depositi e Prestiti, ha spiegato come “la filiera è semplicemente una scusa che ci siamo inventati per evitare di aggregarsi” e che “le imprese devono attraversare tre momenti: capitalizzarsi, managerializzarsi ed aggregarsi”. Costamagna si è anche soffermato sull’importanza del ruolo del CFO oggi, fondamentale non solo per le aziende di enormi dimensioni: “nei CDA delle società inglesi quotate normalmente – ha aggiunto il presidente di CC & Soci – siedono il CEO ed il CFO. Ed il CFO è il supporto più importante al board e agli stakeholders”.

Sul nuovo ruolo del CFO si è espresso anche Alberto Mossini, Consigliere Delegato di Cortem Group, secondo cui “Il ruolo del CFO è cambiato. Il CFO oggi è come l’ufficiale di rotta, che guida l’azienda”. Dello stesso avviso anche Luca Moroni, CFO del gruppo Hera, per cui il CFO oggi “deve conoscere bene il business, mettersi al tavolo e far ragionare gli interlocutori”, e Paolo Lualdi, CFO del Gruppo Cremonini, secondo cui “il CFO deve essere un anticipatore di eventi, soprattutto in quelle che sono operazioni di discontinuità”.

finance leaders

Qualche preoccupazione sulla situazione economica attuale è emersa durante l’intervento di Alessandra Lanza, Senior Partner di Prometeia, che ritiene maggiormente preoccupante oggi la “frenata brusca degli investimenti, che invece erano stati sostenuti nell’ultimo triennio”. Sempre secondo Lanza  “Tutte le nuove tecnologie, come cybersecurity e intelligenza artificiale, sono appannaggio dei Paesi del secondo ciclo di industrializzazione. La filiera funziona bene dove si compete davvero sui mercati internazionali. Siamo un Paese piccolissimo. Per cui la prima cosa è integrarsi e fare squadra”.

Fondamentale dunque l’aggregazione per il futuro delle filiere, e con questo obiettivo secondo Nicola De Santis, CFO del Gruppo Fanti, “dobbiamo aiutare i fornitori ed istruirli, anche con gli strumenti fintech”.

Ignazio Rocco, Founder & Ceo di Credimi, ha però chiarito come “Il cambiamento tecnologico non coinvolge solo il CFO ma anche la sua squadra”; ma le potenzialità del fintech sono davvero elevate per chi si occupa di finanza aziendale: “Conoscere chi sono i fornitori significa sapere anche chi ci è dietro, se tra 3 o 4 anni un fornitore ci sarà ancora, se è capace di investire, se ci sono problemi di reputazione. Tutte cose che oggi grazie alla tecnologia è possibile sapere rapidamente. Ed è un contributo alla modernizzazione della filiera”.

Quale dunque il futuro delle imprese di filiera?

Integrarsi, capitalizzarsi, managerializzarsi. Con il CFO come guida e braccio destro del CEO.

 

Guarda tutti i video interventi di Finance Leaders Talks 2019.

 

GUARDA FINANCE LEADERS TALKS

 

Hai delle domande o vuoi saperne di più su Credimi?

Chiama il numero verde 800 195 195 oppure scopri le nostre soluzioni di factoring. 

Categoria: Credimi News

cover-2-1.jpg

La nuova finanza, dalla A alla Spac. Guida alla finanza d'impresa alternativa e digitale

Scarica l'eBook gratuito dedicato alla finanza digitale

SCARICA ORA
Condividi questo articolo: