Fintech News

Le top 5 news fintech della settimana del 17 agosto 2018

Una selezione delle più importanti notizie fintech (17 agosto 2018)

Ecco le principali notizie della settimana appena trascorsa.

Bank of China ha deciso di investire su progetti fintech

Liu Quiwan, chief information officer della Bank of China, ha recentemente dichiarato, secondo quanto riportato da The Paper, che la banca aumenterà gli investimenti in una gamma di strumenti fintech per oltre l'1% del suo budget operativo annuale. In particolare, illustrando il progetto nel corso di una conferenza stampa a Pechino, Liu ha dichiarato che Bank of China sta attualmente conducendo dodici progetti pilota utilizzando blockchain, e che entro la fine dell’anno la banca porterà a termine altri progetti dedicati al cloud, big data e piattaforme di intelligenza artificiale.


I brevetti fintech sono in mano ai colossi tecnologici, molto indietro le banche 

Il fintech è il presente ed il futuro per i servizi finanziari, ma il controllo bancario su questo settore potrebbe vacillare. Secondo un recente report di Cipher le licenze fintech sono per la maggior parte in mano oggi ai colossi tecnologici: basti pensare che Ibm, con 23.864 brevetti, ha cinque volte più licenze fintech delle 15 maggiori banche mondiali messe insieme, Microsoft (19.670) ne ha quattro volte tante e Google (9.757) da sola ne possiede la metà. Per fare un confronto: Deutsche Bank ha solo un brevetto fintech, Bnp Paribas ne ha tre e la giapponese Post Bank 44. La banca più all’avanguardia secondo il report? Bank of America con 2.547 brevetti fintech. 

 

Satispay arriva su 30mila POS

Satispay, ha siglato un accordo, con il Gruppo CSE, fornitore di soluzioni end-to-end per il mondo bancario e finanziario in generale, grazie al quale ora il sistema italiano di e-payment per micropagamenti è disponibile su oltre 30mila POS bancari.
Tutte le banche CSE potranno quindi convenzionare i propri clienti titolari di un’attività commerciale in maniera semplice e veloce, segnalando l’esercente al Consorzio Servizi Bancari, che si preoccuperà di fornire al merchant il POS già integrato con il servizio di pagamento alternativo offerto da Satispay, senza bisogno di effettuare alcuna registrazione.

 

Banca Sella punta sul voice banking

L’attenzione di Banca Sella verso la finanza digitale è sempre alta, ed ora l’istituto biellese ha deciso di puntare anche sul voice banking, ossia l’uso di particolari speaker smart in grado di assistere il cliente nelle operazioni bancarie di tutto i giorni, grazie anche alla tecnologia di Google Home. Il servizio di voice banking è stato sviluppato da Banca Sella in collaborazione con Vidyasoft, una startup di Lecce e spin-off dell’Università del Salento specializzata nel settore dell’Internet of things.


Bancomat Pay: annunciato l’arrivo in autunno

Dall'autunno 2018 circa 37 milioni di italiani titolari di carta PagoBancomat potranno fruire di nuovi servizi di pagamento digitale, grazie all'accordo tra Bancomat SPA e SPIA con il quale il servizio Jiffy sarà integrato in Bancomat Pay. Con Bancomat Pay si potranno quindi effettuare acquisti online e si potrà trasferire del denaro mediante il proprio numero di cellulare.

Credimi è leader del finanziamento digitale alle imprese in Europa Continentale, con oltre 900 milioni finanziati in tutta Italia e più di 41 mila richieste di finanziamento processate.

SCOPRI DI PIÙ SU CREDIMI

 

Altre notizie simili
Fintech News 3 agosto 2018

Le top 5 news fintech della settimana del 3 agosto 2018

Le notizie più importanti della settimana del 3 agosto 2018 sulla finanza digitale ed il mondo del factoring.
Fintech News al 24 agosto 2018

Le top 5 news fintech della settimana del 24 agosto 2018

Le notizie più importanti della settimana del 24 agosto 2018 sulla finanza digitale ed il mondo del factoring.

Le top 5 news fintech della settimana del 31 agosto 2018

Le notizie più importanti della settimana del 31 agosto 2018 sulla finanza digitale ed il mondo del factoring.