Fintech News

Le top 5 news fintech della settimana del 20 luglio 2018

Fintech News 20 luglio 2018

Ecco le principali notizie della settimana appena trascorsa.

20 miliardi di dollari raccolti da 383 startup fintech nel trimestre

La crescita dei finanziamenti per le startup che cambiano la finanza nel Q2 del 2018 è stata vertiginosa, secondo quanto riportato da CB Insight: 20 miliardi in totale. Il dato include il giro di finanziamenti da 14 miliardi di dollari per la China's Ant Financial ma il trend sarebbe comunque in positivo anche escludendo questo round, dato che le società di fintech sostenute hanno raccolto $ 6,3 miliardi di finanziamenti, dunque superando i $ 5,6 miliardi del trimestre precedente. Inoltre, le 383 operazioni di finanziamento del secondo trimestre 2018 sono state le più numerose in assoluto, migliorando il precedente record di 349 operazioni registrato nel Q1 2018.

 

Satispay: nuovo round di finanziamento e valutazione sopra i 100 milioni

10 milioni di euro già sottoscritti da nuovi investitori sui 15 milioni fissati come tetto massimo: la raccolta complessiva di Satispay arriva a 37 milioni di euro e la sua valutazione supera i 100 milioni. Tra le realtà che stanno investendo in Satispay c’è il fondo britannico Copper Street Capital e Greyhound Capital. “Satispay sta crescendo – ha dichiarato Alberto Dalmasso, co-founder e CEO di Satispay – e, pur essendo per ora operativa solo sul mercato italiano, già da tempo, grazie alla tecnologia e ai numeri che sta registrando – comparabili a realtà che operano su scala internazionale – ha attirato l’attenzione di operatori esteri. Per questo, anche se il nostro obiettivo era e rimane quello di chiudere, non prima del 2019, un “round C” dell’ordine di 50 milioni di euro, abbiamo comunque deciso di varare questa operazione per consentire fin da subito l’ingresso nell’azionariato di investitori di caratura internazionale, capaci di reinvestire e supportarci in termini di network e sinergie industriali”.

 

Francia: record di guadagni nel fintech, ma la dimensione è ancora contenuta

Un primo semestre da record per la Francia del fintech: le start up di tecnologia per i servizi finanziari hanno superato i 200 milioni di euro di guadagni, secondo quanto riportato da La Tribune. Le principali operazioni registrate fanno riferimento ai settori delle assicurazioni online e delle criptomonete; nel 2017 il totale del fintech era stato di 2017 milioni. “Lo scorso anno la Fintech era già il primo settore di guadagno, davanti l’Adtech, in Francia e a livello mondiale” ha detto Alain Clot, presidente di France Fintech. Il mercato francese del fintech, che rappresenta il 13% del valore complessivo delle startup, rimane, ad ogni modo, di dimensioni più ridotte se paragonato a quello inglese oppure olandese.

 

Truelayer: nuovo round per il fintech londinese "Made in Italy"

La startup fintech londinese Truelayer, fondata dagli italiani Francesco SimoneschiLuca Martinetti, ha annunciato un nuovo round di investimento da 7,5 milioni di dollari, guidato dal fondo di venture capital britannico Northzone. TrueLayer produce in particolare le APIs (Application Programming Interfaces), cioè interfacce informatiche che consentono di sviluppare applicazioni e servizi che utilizzano dati messi a disposizione dall’infrastruttura tecnologica di un’istituzione finanziaria terza, molto spesso una banca. I nuovi finanziamenti raccolti serviranno per supportare le strategie di espansione di Truelayer in Europa, a partire da Francia e Germania.

 

Dubai punta sul fintech e firma una MoU con Finance Innovation

Il Dubai International Financial Center (DIFC) ha annunciato di aver firmato un MoU con Finance Innovation, il centro finanziario ufficiale di innovazione tecnologica per la Francia per collaborare allo sviluppo dell'ecosistema FinTech, dalla condivisione della conoscenza e dalla collaborazione tra le comunità normative e finanziarie in Francia e Dubai. "Siamo lieti di collaborare e stringere legami stretti con entità di fama mondiale, come Finance Innovation – ha dichiarato Arif Amiri, Chief Executive Officer di DIFC Authority –. Esploreremo la potenziale collaborazione relativa ai nostri fondi FinTech e rafforzeremo gli sforzi per sostenere la crescita del FinTech regionale e dell'ecosistema del capitale di rischio”.

 

Credimi rappresenta un esempio di come la finanza digitale può aiutare le imprese più moderne e dinamiche: sviluppa soluzioni di factoring digitale, flessibili e adattabili alle esigenze di ogni responsabile finanziario, sempre disponibili, semplici da attivare in pochi giorni online, completamente senza costi fissi.

Hai delle domande o vuoi saperne di più su Credimi?

Consulta la nostra sezione delle Domande Frequenti, o chiama il numero verde 800 195 195

Altre notizie simili
Fintech news luglio 2018

Le top 5 news fintech della settimana del 13 luglio 2018

Le notizie più importanti della settimana del 13 luglio 2018 sulla finanza digitale ed il mondo del factoring.
Fintech News 5 ottobre

Le top 5 news fintech della settimana del 5 Ottobre

Le notizie più importanti della settimana del 5 ottobre 2018 sulla finanza digitale ed il mondo del factoring.
Fintech News 7 Dicembre

Le top 5 news fintech della settimana del 7 dicembre

Le notizie più importanti della settimana del 7 dicembre 2018 sulla finanza digitale ed il mondo del factoring.