News Fintech News

Fintech News Dicembre 2020

FintechNews_dicembre

Ecco le cinque news dal mondo della finanza digitale accadute nel mese di Dicembre selezionate da Credimi.

+12% di crescita per il fintech nel 2020 

Ne avevamo già avuto notizia il mese scorso, ma ora la conferma arriva da dati internazionali.

Nessuna battuta d’arresto causa Covid19 per il fintech, anzi. Da un’analisi internazionale, effettuata dal Centro per la Finanza Alternativa dell'Università di Cambridge, dalla World Bank e dal World Economic Forum, emerge che la finanza digitale è cresciuta in media del 12%, rispetto al 2019, e che per alcuni settori, tra cui sicurezza, scambio dei dati, servizi di pagamento digitali, e per il risparmio, l’incremento è oscillato tra il 20% e 30%. L’indagine rivela, inoltre, che nel 2020 le aziende si sono adoperate per modificare prodotti e policy interne, focalizzandosi sui processi di onboarding clienti, sulla semplificazione delle operazioni finanziarie online e sul contenimento dei costi. Oltre il 60% delle aziende ha lanciato nuovi prodotti e servizi nel settore dei pagamenti digitali. 

  

Osservatorio Fintech & Insurtech: sì al digitale, ma serve collaborazione 

L’emergenza Covid19 non ha cambiato solo le abitudini di consumatori, clienti, cittadini e imprenditori, ma ha accelerato processi già in corso e aumentato la rilevanza dell’innovazione digitale. 

È quanto emerge dai risultati della recente ricerca dell'Osservatorio Fintech & Insurtech del Politecnico di Milano, per cui, se da un lato l’evoluzione del settore ha assistito a drastici cambiamenti all’esterno, costringendo le imprese ad adattarsi velocemente alle nuove esigenze digitali dei consumatori, dall’altro si è modificata rapidamente anche all’interno, dando spazio a innovazione, collaborazioni e partnership. 

Sempre più forte la relazione tra fintech e finanza tradizionale. Grazie alla creazione di un ecosistema alimentato sia da necessità che opportunità di crescita reciproche; entrambe si sono adoperate insieme nella creazione di nuove esperienze, prodotti e servizi che rispondano meglio e anticipino le esigenze dei consumatori. 

  

Digitalizzazione: la soluzione per rilanciare le imprese 

A confermarlo è l’Osservatorio delle Piccole e Medie Imprese di Credimi, realizzato da Nextplora, società di insight management, che ha analizzato il rapporto tra digitalizzazione e un campione di 1200 aziende italiane nel corso dell’ultimo anno.

Largo il consenso tra le imprese (società e ditte individuali) sull’importanza del digitale come mezzo per ripartire velocemente, meno certezze, invece, su come procedere e sulla strategia da seguire.

Gli investimenti negli ultimi 12 mesi si sono concentrati per lo più sulla creazione del proprio sito Internet e dei profili social (38% industria, 32% commercio, 22% edilizia, 43% servizi). Ad investire di più, a sorpresa, sono le ditte individuali con una media di 30mila euro l’anno, mentre dal punto di vista regionale sono il Sud e le Isole che hanno spinto di più l’acceleratore sugli investimenti nel digitale, rispetto al Nord e Centro Italia.

Ad evidenziare l’importanza del processo di digitalizzazione delle aziende è lo stesso Founder e CEO di Credimi, Ignazio Rocco che commenta: Gli imprenditori che stanno abbracciando il digitale approfittando dei cambiamenti per trasformare il proprio approccio di vendita, di consegna, di logistica, e di relazione con il cliente, sono quelli che emergeranno più forti da questa crisi”. 

 

Nasce Milano Hub: nuovo polo di innovazione tecnologica  

Banca d’Italia ha annunciato la nascita di Milano Hub, un polo di innovazione tecnologica a supporto dell’evoluzione digitale del mercato finanziario italiano.  

Nata con l’obiettivo di favorire e promuovere la transizione digitale del sistema finanziario, Milano Hub costituirà una sorta di trampolino di lancio per iniziative selezionate provenienti da tutta Italia, per l’adozione di nuove tecnologie o per la sperimentazione nel fintech. In pratica, la partecipazione all’hub sarà strutturata attraverso una serie di contest per chi intende mettersi alla prova con soluzioni utili a migliorare e favorire la digitalizzazione dell’ecosistema finanziario italiano. Già una ventina di progetti in lavorazione. 

La vicedirettrice di Banca d’Italia Alessandra Perrazzelli, sottolinea come il ruolo del Milano Hub sarà quello di contribuire nello sviluppo di regole e norme che favoriscano la nascita di un’industria digitale - in sicurezza.  

 

AliBaba vs Pechino: Ant non è una banca 

L’anno non sembra chiudersi nel migliore dei modi per il fondatore di Alibaba, Jack Ma.

Dopo l’autorità antitrust, anche la People Bank of China tenta di ostacolare i suoi ambiziosi progetti, lamentando - la poca conoscenza della legalità - di Ant Group (società affiliata e fintech della piattaforma di e-commerce Alibaba) e dichiarando: “Ant non è una banca, non può agire così”. Pechino punta il dito anche sulla concorrenza sleale rispetto agli altri operatori ed evidenzia carenze nella tutela della privacy dei clienti. Le autorità e il settore bancario hanno pertanto richiesto ad Ant di invertire la rotta e lavorare per rettificare le attività finanziarie illegali, le assicurazioni e la gestione patrimoniale, e di regolamentare la sua attività di rating del credito per tutelare le informazioni personali. Da parte sua Ma, che non ha mai celato i suoi dissapori con la Banca centrale, ha sottolineato la prevalenza della componente tecnologica di Alibaba e non di quella finanziaria. A sua difesa, si dichiara una techfin e non una fintech. 

 

SCOPRI DI PIÙ SU CREDIMI

 

Altre notizie simili

Fintech News Settembre 2020

Cosa è accaduto a settembre nel mondo della finanza digitale? Ecco le 5 top news che non devi perderti dal fronte del fintech.

Fintech News Ottobre 2020

Cosa è accaduto a ottobre nel mondo della finanza digitale? Ecco le 5 top news che non devi perderti dal fronte del fintech.

Fintech News Novembre 2020

Cosa è accaduto a novembre nel mondo della finanza digitale? Ecco le 5 top news che non devi perderti dal fronte del fintech.