Fintech News

Le top 5 news fintech di Gennaio 2020

Gennaio Fintech News 2020

Qui di seguito curiosità, fatti ed eventi accaduti nel mese di gennaio nel mondo Fintech, per tutti coloro che vogliono restare aggiornati nel settore dell’innovazione in Italia e nel mondo.

“Sì, lascerei la mia banca per uno dei Big Tech” dice un cliente su due

Il 50% dei clienti “tradirebbe” la propria banca per uno dei colossi tecnologici, quali Facebook, Google e Amazon, che stanno facendo i primi passi nel mondo del digital banking. La notizia arriva da Reputation Outlook 2000, una ricerca condotta tra dicembre e gennaio 2020 dal Reputation Institute, su un campione della popolazione italiana tra i 18 e 64 anni. Secondo questa ricerca un italiano su due lascerebbe in tronco la propria banca per il mondo BigTech, ovvero opterebbe per acquistare prodotti e servizi dai giganti del Tech.

Nonostante il cospicuo investimento nell’innovazione e nello sviluppo tecnologico, le banche dimostrano di non aggiudicarsi “la lealtà” dei loro clienti e si interrogano sui motivi.

Che abbiano dimenticato qualcosa in questo processo di trasformazione e rinnovamento?

Maggiore semplicità nei processi, più trasparenza nell’utilizzo dei prodotti finanziari e meno formalità, queste sono le mancanze messe in evidenza da Reputation Institute.

 

Firmato l’accordo tra Visa e la startup fintech Plaid per 5,3 miliardi di dollari

La seconda fintech news del mese riguarda Visa che ha siglato un accordo per l’acquisizione della startup americana Plaid per 5,3 miliardi di dollari.

Fondata nel 2013 da Zach Perret e William Hockey, Plaid consente ai consumatori di condividere le proprie informazioni finanziarie con migliaia di apps, tra cui Acorns, Betterment, Chime, Transferwise e Venmo.

Alcuni esempi di utilizzo di Plaid includono pianificare la propria spesa, monitorare i propri investimenti e aumentare i propri risparmi, diventando un punto di collegamento tra il proprio conto bancario e l’app che si vuole utilizzare, per esempio Acorns.

L’interesse di Visa nasce dalla volontà di lavorare più vicino alle fintech e di offrire modalità di pagamento ancora più avanzate. L’accordo apre nuove opportunità per Visa sia negli Stati Uniti che a livello internazionale.

Infine, l’acquisizione permetterà a Visa non solo di offrire funzioni avanzate di pagamento, ma anche di lavorare a più stretto contatto con le realtà fintech e farne una realtà importante all’interno del core business.

 

4300 filiali di banca chiuse. Può il fintech essere una soluzione?

4300 filiali di banca chiuse tra 2017 e 2019, con un calo pari al 15%.

Un dato negativo? Se la proliferazione di canali digitali, da un lato, ha portato alla chiusura di molti sportelli “fisici”, dall’altra ha anche permesso alle banche di tenersi molti clienti.

Lo conferma Alessandra Perrazzelli, vice dg della Banca d’Italia nel suo approfondimento presso l’Università di Genova dal titolo “Fintech, rischi e opportunità per i giovani futuri manager bancari”.

Perrazzelli spiega come il fintech sia un’eccellente opportunità di sviluppo soprattutto per le piccole banche che potranno restare sul mercato nonostante la competizione con i BigTech e avranno la possibilità di segmentare la loro clientela personalizzando la loro offerta.

In pratica, l’avvento digital rappresenta sfide e opportunità. Sarà responsabilità delle banche capire come agire nel corso del 2020 al fine di soddisfare la propria clientela e di restare competitive nel mercato.

Qonto, banca online francese conclude round di finanziamenti per 104 milioni

Le premesse erano buone. Nata come startup, la neo-bank francese Qonto ha raccolto 32 milioni di investimenti in due anni e ha selezionato l’Italia per il suo processo di internalizzazione.

Ma parliamo un po’ di numeri: 3,5 miliardi di transazioni, 40mila clienti, 65mila imprese che l’anno già scelta e oltre 200 risorse in attivo. A questi risultati già eccellenti ora si aggiunge anche un round di finanziamenti di Serie C pari a 104 milioni di Euro, un record assoluto per le fintech francesi.

Qonto è una neo-bank nata per rispondere alle esigenze di PMI e professionisti. Alcuni esempi? Un conto online al 100%, un’interfaccia semplice e intuitiva e tariffe trasparenti.

Qonto vanta il 98% di livello di soddisfazione da parte dei suoi clienti, un esempio di fintech innovation elaborata a partire dalle esigenze di una categoria specifica, che in molti ora aspirano ad emulare.

 

Google Pay disponibile per i clienti italiani di Deutsche Bank

Non potevamo non includere nelle fintech news di Gennaio, anche l’integrazione di Google Pay per i clienti italiani di Deutsche Bank.

Il servizio Google permette di pagare in modo semplice, veloce e sicuro sui siti, nelle app e nei negozi con dispositivi Android. Estremamente facile da configurare e utilizzare, il servizio permette di caricare una o più carte di credito e di debito nel proprio account Google e di pagare con un semplice tocco del telefono presso tutti gli esercenti abilitati.

Il pagamento è immediato, veloce e sicuro.

Come sottolineato da Marco Cincotto, Head of Deutsche Bank Private and Commercial Business Italy, il progetto s’inserisce all’interno di un percorso di sviluppo e accelerazione digitale portato avanti da Deutsche Bank, che mira al miglioramento della customer experience dei clienti, proponendo pagamenti semplici e immediati e sicuri, disponibili su dispositivi Android.

Credimi è leader del finanziamento digitale alle imprese in Europa Continentale, con oltre 900 milioni finanziati in tutta Italia e più di 41 mila richieste di finanziamento processate.

SCOPRI DI PIU'

 

Altre notizie simili
Partnership Airlite e Credimi

Tempo per le imprese di ripartire in sicurezza

Cosa fare per riaprire la propria attività in sicurezza? Lo abbiamo chiesto a dei veri esperti in materia di sanificazione.

Riaprire sì, ma in sicurezza.

Se la notizia della riapertura delle attività..

Fintech News Maggio 2020

Le top 5 news fintech di Maggio 2020

Come ogni mese non poteva mancare l’appuntamento con le "5 Top Fintech News" selezionate da Credimi per restare sempre aggiornato sul mondo della finanza. Un mix di news internazionali e nazionali..