Credimi News - 16 novembre 2018
Le top 5 news fintech della settimana del 16 Novembre

Le principali notizie sul mondo della finanza digitale selezionate da Credimi.com

Ecco le principali notizie della settimana appena trascorsa.

Facebook diventerà anche banca dal 2019

Facebook si prepara a diventare una banca. Il progetto era da tempo in cantiere, ma ora sembra pronto a partire secondo quanto riportato da Business Insider: il social network di Mark Zuckerberg consentirà infatti dal primo trimestre del 2019 di effettuare pagamenti tramite Messenger e WhatsApp. La sperimentazione era già attiva da alcuni mesi in India: “Abbiamo testato i pagamenti su WhatsApp in India. È uno strumento che fornisce alle persone un modo molto semplice per inviare denaro e contribuisce ad aumentare l’inclusione finanziaria. Tra chi lo ha provato, il feedback è stato positivo a fronte di un intenso utilizzo”, aveva dichiarato lo stesso Zuckerberg.

 

Huawei Pay ed Alipay: dalla Cina il fintech cresce in Europa

Huawei Pay, la piattaforma digitale del gruppo cinese Huawei, sbarcherà nel 2019 in Europa grazie ad un’estensione della partnership con Visa, ed entrerà quindi in competizione con piattaforme come Apple pay o Google Pay. La tecnologia del payment provider americano consentirà infatti di rendere i pagamenti più sicuri sostituendo i dati sensibili con un unico ID digitale. Nel dettaglio, caricando la propria carta di credito all’interno della piattaforma di Huawei Pay il sistema Visa Token Service sostituirà le informazioni del conto con un Token, collegato a quella carta e a quel dispositivo, aumentando sensibilmente il livello di sicurezza delle transazioni. Intanto Alipay, la piattaforma di pagamenti online del colosso cinese Alibaba, ha siglato un contratto di sponsorizzazione da 200 milioni di euro con l’Uefa per le manifestazioni europee calcistiche: il contratto ha durata di 8 anni, per cui Alipay sarà sponsor le fasi finali della Uefa Nations League, gli Europei di calcio del 2020 e quelli del 2024.

 

Le banche soddisfano maggiormente i clienti grazie alle soluzioni fintech

Secondo i dati di una recente ricerca condotta dalla società di consulenza Roland Berger l’alleanza tra banche e fintech è la chiave per affrontare la rivoluzione digitale dei servizi finanziari. L’indagine è stata condotta intervistando 60 banche retail di 10 diversi Paesi. In generale è emerso che le banche che stanno utilizzando servizi fintech stanno accelerando i tempi di risposta, andando così incontro alle necessità della clientela. Se nel 2015, ad esempio, solo il 33% degli intermediari era in grado di abbattere in tempi di apertura di un conto corrente, nel 2017 tale percentuale era salita al 50%.

 

Poste Italiane ha lanciato PostePay Connect

Poste Italiane ha lanciato, in occasione del Salone dei pagamenti-Payvolution a Milano, PostePay Connect, una nuova soluzione digitale che coniuga i vantaggi della carta Postepay Evolution con quelli della SIM PosteMobile. Attivando 'Postepay Connect', grazie all'App Postepay, i clienti potranno disporre dell'esclusiva funzionalità di trasferimento, gratuito e in tempo reale, dei Giga da una SIM PosteMobile Connect a un'altra SIM PosteMobile Connect (G2G), ma anche di trasferire e scambiare denaro tra due Postepay (p2p) all'interno della community Postepay e rinnovare automaticamente il canone della carta e della SIM con addebito su Postepay Evolution. Inoltre sarà possibile acquistare anche beni di utilizzo quotidiano, al momento legati alla mobilità, come carburante, biglietti di mezzi pubblici urbani ed extraurbani o ticket per sosta e parcheggi.

 

È nata Italia4Blockchain, l’associazione italiana per le start up di settore

È nata Italia4Blockchain la prima associazione italiana di categoria dedicata alla diffusione di questa tecnologia. Ad annunciarlo è stato il Founder del Blockchain Forum Pietro Azzara. La neonata associazione è rivolta al mondo delle startup e ha l’obiettivo di creare una rete che faccia sistema tra le imprese. “La fiducia, la creatività e lo sviluppo tecnologico sono ingredienti condensati nella Blockchain – ha dichiarato Pietro Azzara –. In Italia mancava un polo di aggregazione come Italia4Blockchain che supportasse le imprese nel loro percorso di crescita in questo ambito”.

 

Credimi offre soluzioni di factoring digitale specificatamente pensate per gestire il circolante delle aziende.

Cessioni di credito selettive o massive, pro solvendo e pro soluto, anche confidenziali, e anche soluzioni di supply chain finance permettono di ottimizzare e abbattere il capitale circolante in maniera rapida e significativa, rappresentando una perfetta soluzione di factoring incrementale a disposizione del Responsabile Finanziario, particolarmente facile e veloce da attivare, la risposta perfetta ad esigenze di liquidità come quelle poste dal passaggio alla fatturazione elettronica.

Ottieni Proposta da Credimi

Tutte le soluzioni di Credimi sono rapide da attivare — per la richiesta gratuita di un plafond basta un minuto e la Partita Iva — ed offrono una grande flessibilità di utilizzo. Assenza di costi fissi e commissioni di entrata, di istruttoria o di installazione, nessun obbligo verso soluzioni massive, nessun impegno temporale. A disposizione della tesoreria sempre una reportistica integrata delle operazioni effettuate e delle scadenze.

Hai delle domande o vuoi saperne di più su Credimi?

Consulta la nostra sezione delle Domande Frequenti, o contattaci.

Categoria: Credimi News

Condividi questo articolo:
     

Iscriviti al Blog

Iscriviti gratuitamente al blog di Credimi per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità nel mondo della finanza innovativa.

Ultimi articoli