News Fintech News

Fintech News Settembre 2020

FintechNews_Copertina

Riparte come ogni mese, l'appuntamento con le fintech news di Credimi. Non restare indietro e scopri cosa è accaduto nel mondo della finanza digitale: dallo sviluppo di nuove soluzioni per l'accesso al credito ai pagamenti digitali, all'open banking e molto molto altro.


 

Svelata la classifica “Top LinkedIn Startups Italia 2020” 

LinkedIn mette a punto la classifica Top Startups Italia 2020 e identifica dieci tra le realtà italiane che si sono distinte nel corso della pandemia per la tenacia con cui hanno fatto fronte alla crisi. L’edizione 2020, infatti, ha voluto premiare le aziende che sono risultate fra le più resilienti, tenendo in considerazione anche come stanno affrontando lo scenario economico e lavorativo in forte trasformazione. I criteri su cui LinkedIn si è basata sono quattro: la crescita della forza lavoro di queste aziende, le interazioni degli utenti con le aziende e i suoi dipendenti, l'interesse manifestato nei loro confronti dalle persone in cerca di impiego e la loro capacità di attrarre talenti. La fintech Credimi si posiziona in classifica, grazie anche agli importanti traguardi raggiunti proprio durante l'emergenza sanitaria tra cui il miliardo di euro di erogato tra servizi di factoring e prestiti a medio e lungo termine. Tra le altre startup selezionate figurano Satispay, Casavo e Roboze. Trovi qui tutte i nomi delle dieci aziende.  

 

L'EY Fintech Adoption Index rivela il potenziale della finanza digitale

Il rapporto di EY e Fintech District presentato durante il primo Italian Insurtech Summit ha dimostrato che, sebbene di piccole dimensioni e con capitali ridotti, il quadro del settore fintech ha un forte potenziale di crescita e supporto dell'economia reale. Dati incoraggianti supportati dall'evidenza che l'innovazione in ambito finanziario sta a poco a poco conquistando sempre di più la fiducia dei consumatori: il tasso di adozione del fintech è, infatti, in forte crescita +51% nel 2019 (secondo l’EY FinTech adoption index). A crescere è anche il numero delle stesse fintech. Nel 2020 si contano 345 aziende, concentrate principalmente in Lombardia (169), così suddivise: crowdfunding (71), data analytics, machine learning e artificial intelligence (35), pagamenti smart (34) e servizi di lending (30). Infine, la lista di chi inizia a comprendere i benefici del fintech non fa che allungarsi giorno dopo giorno: a partire proprio dalle Piccole e Medie Imprese, che richiedono servizi flessibili ed efficienti ai canali tradizionali, mettendo a confronto l'alternative veloci e flessibili della finanza digitale.

 

Enel si veste di fintech: nasce l’app EnelXPay 

Il gruppo Enel dà il via ai pagamenti digitali in Italia. L'operazione avrà inizio da metà ottobre, dapprima per i clienti del gruppo – circa 30 milioni in Italia e 75 nel mondo – per poi aprirsi verso un mercato ancora inesplorato che conta qualcosa come 300 milioni di transazioni annue. Il nome scelto per la nuova app lanciata da EnelX Financial Services, nuovo braccio operativo sui pagamenti, è EnelX Pay. Per prima cosa si cercherà di portare il cliente ad effettuare il pagamento digitale, eliminando l’addebito sul conto corrente e consentendo di pagare tramite app bollette di energia elettrica e gas. Come un vero e proprio conto corrente EnelX Pay darà inoltre al cliente la possibilità di avere un conto corrente digitale, Iban e carte di debito prepagate. Obiettivo: fidelizzare i clienti attraverso il canale digitale e prepararsi verso un sistema sempre più cashless. 

 

Decreto liquidità: Banca Sella al fianco di Credimi per nuove risorse alle Pmi  

Banca Sella affianca Credimi, leader europeo del digital lending per le imprese, con l’obiettivo di fornire nuove risorse alle piccole e medie imprese e supportare così l’economia e i propri clienti in difficoltà a causa dell’emergenza Covid-19. Banca Sella, infatti, sottoscriverà quota della cartolarizzazione lanciata dalla fintech Credimi, fino ad un importo di 32 milioni di euro, che andrà ad alimentare un plafond di finanziamenti erogati direttamente da Credimi e richiedibili online, a favore delle Pmi italiane, con sede sull’intero territorio nazionale. L’operazione rafforza la partnership nata nel corso del 2020, tra Banca Sella e Credimi, nella quale la banca detiene anche una partecipazione. 

 

La fintech Klarna chiude un round da 650 milioni di dollari 

La fintech svedese Klarna, resa celebre per il suo peculiare metodo di pagamento “Compri ora, paghi dopo” ha concluso un round di finanziamento da 650 milioni di dollari da un gruppo di investitori guidato dal fondo Usa di private equity Silver Lake, comprensivo di BlackRock e del fondo sovrano di Singapore Gic. L’annuncio fa sì che Klarna sia ad oggi la fintech con la più alta valutazione in Europa con ben 10,65 miliardi di dollari dai 5,5 di un anno fa circa. Come funziona Klarna? Quando il consumatore fa un acquisto può scegliere di pagare subito o di pagare più tardi usando Klarna. In quest’ultimo caso, il consumatore non paga più il venditore, già pagato da Klarna, ma la piattaforma stessa entro un massimo di 30 giorni dopo la ricezione dell’ordine. Per far ciò, non sono richieste garanzie, solo alcuni dati. In pochi secondi gli algoritmi sono in grado di effettuare un “soft credit check” e di accettare la richiesta. 

 

 

 

Altre notizie simili
Fintech news 14 settembre 2018

Le top 5 news fintech della settimana del 14 settembre

Le notizie più importanti della settimana del 14 settembre 2018 sulla finanza digitale ed il mondo del factoring.
Una selezione delle più importanti notizie fintech - settembre 2018

Le top 5 news fintech della settimana del 21 settembre

Le notizie più importanti della settimana del 21 settembre 2018 sulla finanza digitale ed il mondo del factoring.

Le top 5 news fintech della settimana del 28 settembre

Le notizie più importanti della settimana del 28 settembre 2018 sulla finanza digitale ed il mondo del factoring.