Finanza e Mercati

PSD2: migliora servizi e sicurezza dei clienti

europa

Che cos'è la direttiva sui servizi di pagamento dell'Unione Europea?

di: Jacopo Anselmi, Luca Bottone e Sabino Costanza

Entro il 13 gennaio 2018 dovrà essere attuata La Seconda Direttiva sui Servizi di Pagamenti (PSD2), una legge della Commissione Europea che richiede alle banche di aprire la loro infrastruttura per i pagamenti e, su esplicita richiesta di ciascun cliente, condividere i dati su tale cliente con terze parti che possono utilizzare i dati per sviluppare servizi di pagamenti e informativi. Per questo motivo spesso si fa riferimento ai temi legati alla PSD2 con il termine di "open banking".

 

Alcuni esempi di servizi di pagamento:

  • Servizi di pagamento innovativi per gli esercenti alternativi alle carte di credito;
  • Servizi di pagamento tra privati;
  • Servizi di couponing: geo-localizzazione ed integrazione di offerte, sconti e coupon da utilizzare in base alla propria posizione geografica.

In Italia, tra gli altri, si sta diffondendo un servizio che permette di godere di quanto descritto sopra, si chiama Satispay. Se non l'avete mai fatto, provate a scaricare questa App, resterete positivamente colpiti dalla facilità con cui potrete iscrivervi e usare il servizio. Quello che vi colpirà ulteriormente sarà che troverete fantastico poter pagare la quota di una cena ad un vostro amico senza dover avere i soliti problemi di resto, potrete pagare in molti negozi alle volte con uno sconto legato al fatto che usate il servizio. Insomma non costa niente usare il servizio, vi semplifica la vita ed ottenete anche degli sconti… Mica male!

 

Alcuni esempi di servizi di informazione:

  • Servizi avanzati di aggregazione, visualizzazione e monitoraggio delle informazioni, ad esempio degli aggregatori di dati di conto corrente che permettono di vedere attraverso un'unica applicazione, l’andamento di tutti i conti correnti, le spese e gli introiti;
  • Servizi avanzati di condivisione delle informazioni: possibilità di poter condividere i propri dati con un click con una terza parte.

 

Come Credimi utilizza questi dati?

Credimi è molto attiva nell’ambito dei servizi di informazione e punta a fare sempre di più e sempre meglio. Per quanto riguarda i servizi avanzati di aggregazione, a brevissimo metterà a disposizione dei propri clienti un'analisi semplice ed efficace dei loro conti correnti e che consentirà al cliente di avere una chiara visione sull’andamento del proprio cash flow. Si tratta della stessa analisi che Credimi utilizza per la valutazione del rischio dell'azienda. 

Insomma migliori servizi e condizioni per gli utilizzatori finali!

credimi-psd2.jpg

6 giugno 2017: intervento di Credimi al workshop dalla Commissione Europea  "The transformative effect of access and re-use of data for smart industries” il cui obiettivo era identificare gli ostacolidi natura legale e tecnologica alla digitalizzazione presenti nel mercato europeo e stimolare discussioni ed nuove idee.  Al workshop hanno partecipato rappresentanti del settore automobilistico, aeronautico, agricolo e Credimi è stata invitata a raccontare la prorpia esperienza sul tema della condivisione dei dati.

I servizi di condivisione delle informazioni avranno un impatto significativo in termini di aumento del livello di competizione nell’offerta di servizi finanziari. Alcuni fattori produttivi importanti, come i dati sui comportamenti passati dei clienti e sulla loro operatività (contenuti nei conti correnti), saranno accessibili a tutti e a costi contenuti, riducendo il vantaggio tradizionale delle banche basato sul fatto di essere sul mercato da più tempo di altre aziende. Le aziende potranno condividere i propri dati con le banche o con le nuove aziende Fintech di cui apprezzano di più la qualità del servizio per avere accesso ai servizi o ottenere condizioni migliori.

La PSD2 non è l’unico fattore che rende possibile tutto ciò; nuove tecnologie e nuove tecniche di analisi dei dati giocano un fattore altrettanto fondamentale per rafforzare questa rivoluzione che l’Unione Europea sta promuovendo in un contesto di completa sicurezza dei dati e facendo sì che buona parte del valore che sarà generato sia per l’utente finale dei servizi.

Per concludere, vale la pena sottolineare che i servizi finanziari sono all’avanguardia e sta iniziando un cambiamento che coinvolgerà tutti gli altri settori dell’economia. Le aziende, in tutti i settori, dovranno sviluppare un framework per condividere i dati sotto il cappello della General Data Protection Regulation (GDPR), un’altra legge dell’Unione Europea che dà agli individui il controllo su tutti i propri dati, concedendogli conseguentemente la possibilità di scegliere se e come terze parti possono usarli, definendo regole e strumenti per proteggere i dati e punire i trasgressori.

Attendiamo fiduciosi tutti i cambiamenti che verranno e, noi di Credimi, ci stiamo impegnando a fare il massimo per contribuire a questo cambiamento migliorando sempre di più l’esperienza delle nostre aziende clienti.

 

Altre notizie simili

Tempi di pagamento: come incidono sulla redditività?

Qual è il rapporto tra redditività aziendale e tempi di pagamento? Scopri come l’attesa nella riscossione dei crediti può influire sulla redditività.

Il linguaggio della finanza alternativa e digitale

Scopri i nuovi strumenti finanziari a disposizione dei CFO e i termini utilizzati per poter scegliere gli strumenti finanziari giusti per la tua azienda.
Piattaforme fintech e Direct landing

Direct Lending: i fondi che comprano prestiti e fatture online

Il direct lending è l'erogazione di credito da parte di un soggetto non bancario per prestiti a medio-lungo termine e l’acquisto di crediti commerciali.