Finanza e Mercati

Tasso di interesse: il costo del credito a marzo 2017

quanto-costa-Tasso-dinteresse

Sai quant'è il tasso di interesse reale che paghi?

di: Silvia Serraiocco

Ritorniamo con la nostra analisi trimestrale sul tasso di interesse reale pagato dalle imprese per anticipo fatture e RiBa, in occasione dell'ultima pubblicazione del bollettino Banca d'Italia riferito al primo trimestre 2017.

tasso-di-interesse-bancaditalia-credimi.png

Non è sempre facile districarsi tra le molteplici condizioni economiche a cui sono erogati i finanziamenti e molte imprese spesso hanno difficoltà a capire i tassi effettivi pagati. Non c'è infatti solo il tasso di interesse da considerare, ma anche costi come: 

  • le commissioni per la messa a disposizione dei fondi;
  • le commissioni di istruttoria;
  • la commissione di presentazione dei propri crediti o per l’emissione delle RiBa
  • il costo di eventuali garanzie (es. Garanzia da Fondo 662 o da Confidi)
  • ...

Questi prezzi variano inoltre in funzione della rischiosità dell’azienda che richiede il finanziamento, dell’ammontare di quest’ultimo e per area geografica. Quest’ultimo driver può comportare variazioni di prezzo addirittura maggiori rispetto al rischio e all’ammontare del finanziamento: le aree geografiche con una minore pressione competitiva infatti tendono a soffrire un tasso di interesse maggiore a parità di altre condizioni.

Noi di Credimi abbiamo deciso di analizzare questa moltitudine di dati e di metterli in maniera semplice e leggibile a disposizione di tutti gli imprenditori che vogliono avere una visione più chiara dei costi realmente pagati.

 

Analisi Q1 2017: tasso di interesse per regione

In un periodo in cui le banche si finanziano presso la BCE a tasso zero, le imprese italiane continuano invece a sostenere costi elevati per finanziare la propria crescita.

Il tasso di interesse medi sui finanziamenti autoliquidanti (anticipo fatture e RiBa) si attesta al 4,47%, anche se in lieve calo rispetto al trimestre precedente (4,53% a dicembre 2016). Ma il dato più allarmante sono i finanziamenti sotto i 50.000€ dove si arriva un tasso di interesse che è ancora abbondantemente sopra al 7%.

tasso-reale-di-interesse-credimi.jpg

Questo trimestre ha registrato un calo del tasso di interesse nel centro (4,66% a mar-2017 vs 4,73% a dic-2016) e sud Italia ( 5,78% vs 5,89%), che ha riguardato soprattutto le regioni:

  • Umbria (4,53% vs 4,77%) e Marche (4,71% vs 4,97%) per il Centro
  • Puglia/Basilicata (5,82% vs 5,98%) e Abruzzo/Molise (5,34% vs 5,55%) per il Sud

Da segnalare infine il calo dell'Emilia Romagna (4,11% vs 4,34%), in controtendenza con il trimestre precedente che aveva visto invece un aumento del tasso di interesse che gli imprenditori emilano-romagnoli dovevano pagare per finanziarsi.

finanziamenti-credimi.jpg

Vale la pena ricordare che c'è un investimento enorme sostenuto dalle imprese italiane: il capitale circolante. Le imprese italiane detengono un investimento di oltre 500 miliardi di Euro in capitale circolante netto, quasi un terzo del PIL, la maggior parte di questo in crediti commerciali.

E’ un'ammontare enorme e una situazione che continua a essere critica per le PMI, soprattutto per quelle in crescita che utilizzano il credito per finanziare investimenti ed espansione.

Rendere liquida anche solo una piccola parte di questo circolante significherebbe dare una spinta importante alle imprese e all'economia, riducendo in maniera drammatica i debiti finanziari.

La tecnologia digitale permette di finanziarsi in maniera molto più veloce, flessibile ed economica di quanto sia stato possibile finora. Con Credimi puoi rendere liquido il circolante in sole 48 ore e far crescere la tua azienda.

Fonti: Bollettino Banca d’Italia, II 2017, CS Banca d'Italia antiusura, 28 Giu 2017

Altre notizie simili
Costo del credito per PMI

Tasso di interesse: il costo del credito a settembre 2016

Scopri con il nuovo Report di Credimi quanto costano davvero nella tua regione Anticipo fatture e RiBa a settembre 2016.

Calcolo dei VERI tassi pagati dalle PMI su anticipo fatture e Ri.Ba.

Come si calcolano i tassi effettivi pagati dalle PMI su anticipo fatture e Ri.Ba? Nell'articolo scopri cosa prendere in analisi passo dopo passo.
Tassi di interesse e costo del credito

Tasso di interesse: il costo del credito a dicembre 2016

Scopri con il nuovo Report di Credimi quanto costano davvero nella tua regione Anticipo fatture e RiBa a Dicembre 2016.