Gestione Impresa

Sicurezza informatica: cosa significa per le imprese e come ottenerla | Credimi

sicurezza_informatica_copertina

Sapevi che gli attacchi informatici in Italia sono aumentati del 1685% dal 2018 al 2020?😱

Secondo l’Osservatorio Cybersecurity & Data Protection del Politecnico di Milano, il numero di incidenti informatici è in costante aumento, passando da 143 nel 2018 a 2553 nel 2020 e sembrano essere sempre più “gravi”.

Negli ultimi anni, infatti, è aumentato l’effetto distruttivo che questi attacchi hanno sulle imprese. Enel ha subito un furto di dati e ha dovuto pagare 14 milioni di euro per il riscatto. Anche il gruppo Campari è stato oggetto di un furto di dati e per riaverli ha dovuto pagare circa 15 milioni di dollari. Un attacco all’Ospedale San Giovanni di Roma ha bloccato tutti i servizi della struttura per qualche giorno. Per non parlare dell’attacco che ha paralizzato i servizi informatici della Regione Lazio.

Non sono solo le multinazionali e l’amministrazione pubblica ad essere nel mirino degli hacker (i criminali informatici), ma sempre più spesso anche le imprese piccole e medie perché sono quelle che si proteggono di meno contro gli attacchi informatici.

Continua a leggere...👇🏻

 

Sicurezza informatica e danni per le aziende

Come riportato nell’articolo de “Il Foglio”, si stima che per una piccola impresa italiana il costo di un incidente informatico sia di circa 120mila euro, una stima che potrebbe crescere visti i rischi e le complessità degli attacchi informatici moderni.

Ma quali sono gli impatti di un attacco informatico per il tuo business?⚠️

Se la tua azienda dovesse venire colpita da un attacco hacker, non dovrà solo  occuparsi di sistemare il danno, ma dovrà anche mettere in conto che:

  • l’operatività sarà bloccata o rallentata
  • questo porterà a una perdita economica per il tuo business
  • la tua azienda subirà un notevole danno reputazionale

Ecco perché usare dei sistemi di sicurezza informatica è molto importante per proteggere la tua impresa, qualsiasi sia la dimensione aziendale. 

💪🏻Vediamo insieme come fare!💪🏻

 

Cos’è la sicurezza informatica per le aziende

La sicurezza informatica è un insieme di pratiche che un’azienda può mettere in atto per proteggere le informazioni digitali (come documenti, password e account) e i dispositivi (come i computer). 

Secondo le direttive di Microsoft, la sicurezza informatica ha tre regole:

  • Confidenzialità: proteggere le informazioni riservate (ad es. le password) e assicurarsi che le abbiano solo le persone autorizzate.
  • Integrità: assicurarsi che i documenti dell’azienda non vengano modificati o cancellati senza autorizzazione.
  • Disponibilità: assicurarsi di poter entrare negli archivi aziendali. A volte infatti gli hacker bloccano l’accesso così da impedirne l’uso. 

 

Gli 8 attacchi informatici più comuni e i rischi per le PMI

Un attacco informatico è un’azione che ha lo scopo di rubare, modificare o distruggere dati o sistemi informatici. Questo tipo di minaccia può avere varie forme: 

  • Blocco dei servizi. Sono gli attacchi che mirano a sovraccaricare un’azienda di richieste, ad esempio un sito web di e-commerce. In questo modo provocano un rallentamento o un arresto totale del funzionamento.
  • Software malevolo (malware). Come ad esempio il ransomware. Viene installato un programma indesiderato su un computer o all’interno di un sistema aziendale. Lo scopo è quello di ‘prendere in ostaggio’ i dati aziendali o le password per chiederti un riscatto.
  • Phishing. Il phishing consiste nell’invio di e-mail che sembrano provenire da fonti affidabili, ma in realtà puntano solo a raccogliere dati, spingendo chi apre l’email a compiere un’azione (es. inserire una password).
  • Attacco al sito web. Spesso i criminali informatici attaccano i siti web delle aziende individuando e sfruttando vulnerabilità con il fine di sottrarre informazioni riservate.
  • Decifrare le password. È un attacco estremamente diffuso e mira a entrare in possesso delle password aziendali.
  • Attacco al database. Se il sito web della tua azienda usa una banca dati, allora è possibile che un attacco  hacker prenda di mira il database per accedere a contenuti potenzialmente sensibili e consultare, modificare o cancellare i dati.
  • “Uomo nel mezzo”. Il criminale informatico si inserisce in una conversazione tra due persone facendo finta di essere il destinatario e il mittente, per truffare entrambe le parti.
  • Intercettazione. Anche le conversazioni online possono essere intercettate con lo scopo di ottenere password, numeri di carte di credito e altri contenuti sensibili.

 

Le 10 regole aziendali per evitare attacchi informatici

Come raccomanda Gianluca Veltri, Head of Cybersecurity di Credimi: “Indipendentemente dalla dimensione del tuo business, investi su professionisti qualificati in ambito cyber, ma soprattutto non commettere mai l'errore di sottostimare un potenziale rischio di sicurezza.”📝

Come abbiamo visto, infatti, le minacce informatiche per le PMI sono molte, ma creare una situazione di sicurezza in azienda è possibile. Per iniziare puoi seguire queste indicazioni:

  • Affidati a un professionista. Individua all’interno dell’azienda una figura che si occupi di sicurezza informatica. Se non c’è in azienda qualcuno che possa essere sufficientemente esperto, il nostro consiglio è quello di assumere un Head of Cybersecurity (capo della sicurezza informatica), o Security Specialist (specialista della sicurezza).
  • Investi sulla formazione. Pianifica e alloca il budget adeguato per un corso sulla sicurezza informatica e sulle misure di protezione per tutti i dipendenti. Infatti uno dei fattori di rischio più grandi  è sempre quello umano. Assicurati che i tuoi dipendenti siano informati sulle buone pratiche da adottare e quelle da evitare (ad esempio, aprire email o allegati da indirizzi sospetti, oppure collegarsi al server aziendale da luoghi non sicuri come hotel, bar, treni).
  • Adotta soluzioni di difesa perimetrale e di rilevazione e prevenzione. Strumenti come firewall, IDS (Intrusion Detection System) e IPS (Intrusion Prevention System) permettono di difendere i tuoi server aziendali e i dati in essi contenuti.
  • Aggiorna i software regolarmente. I programmi informatici e i software aziendali dovrebbero sempre essere aggiornati perché le nuove versioni vengono progettate proprio per resistere alle minacce più recenti. Se il tuo software è vecchio, è più facile che i criminali informatici lo attacchino.
  • Installa un software antimalware. In alternativa, una soluzione più avanzata come un EDR (Endpoint Detection and Response), ovvero uno strumento che rileva e mitiga le minacce informatiche. L’antimalware è il tuo primo alleato contro gli attacchi informatici (anche se non è il solo!). Se lo installi su tutti i computer aziendali ti garantirà un primo livello di protezione.
  • Usa password complesse e diverse per ogni servizio. Questa regola è sempre valida, anche per gli accessi personali. Le tue password dovrebbero sempre contenere lettere maiuscole e minuscole, numeri e caratteri speciali (come la punteggiatura). Inoltre è meglio se non contengono parole inglesi. Sul lavoro, usa password complesse e non usare la stessa password due volte! Introduci un sistema centralizzato di gestione dell'identità. Ricordati sempre di abilitare l'autenticazione a doppio fattore
  • Fai controlli periodici. E' molto importante verificare il livello di sicurezza informatica della tua impresa con regolarità, affidandoti a dei professionisti che possano eseguire attacchi simulati verso i tuoi sistemi aziendali (adversary simulation) ed anche verso i tuoi dipendenti (Campagne di phishing, ecc)
  • Scrivi un piano d’azione. Se la tua azienda dovesse cadere vittima di un attacco informatico, dovrai muoverti molto velocemente per risolvere il problema il prima possibile. Non ci sarà tempo da perdere. Per questo è bene arrivare già preparati: avere una guida con tutti gli scenari possibili e le azioni da compiere in ogni tipo di situazione è sicuramente molto utile!
  • Fai il backup periodicamente. Sembra un consiglio banale, ma il backup dei dati è importantissimo, perché ti permette di non perdere tutti i dati della tua azienda nel caso di un attacco informatico e quindi ti aiuta a riprendere l’operatività il prima possibile.
  • Conosci la normativa. La sicurezza informatica è un tema così importante che l’Italia e l’Europa hanno creato delle leggi apposta. Per proteggere i dati della tua azienda nel rispetto della legge ti consigliamo di dare un’occhiata a questo articolo, che approfondisce il tema della normativa GDPR e quella del Cybersecurity Act.

Molte di queste misure richiedono di allocare budget per fare degli investimenti specifici per i corsi di formazione, dispositivi antivirus, controlli periodici. 

Avere una strategia per la sicurezza informatica in azienda non è qualcosa di “preferibile”, ma sempre più strettamente indispensabile per non cadere vittima di attacchi informatici che potrebbero compromettere seriamente il tuo business

E tu hai già un piano di sicurezza informatica per la protezione dei tuoi dati aziendali?💪

 

Da sempre Credimi ha la missione di rendere l’accesso al credito semplice e veloce per sostenere le esigenze delle imprese italiane; sì anche gli investimenti nella sicurezza informatica. 

SCOPRI DI PIÙ

 

Altre notizie simili
costo_personale

Costo del Personale Informatico: Come Calcolarlo | Credimi

Calcolare il costo del personale informatico è fondamentale per la gestione della tua azienda informatica: scopri come farlo al meglio con Credimi.
investimenti_formazione_personale

Scopri come guadagnare di più investendo in formazione del personale

Quali sono i vantaggi della formazione aziendale nelle imprese informatiche? Scopri l’approfondimento di Credimi dedicato alla formazione del personale.
soluzioni_investimenti_marketing

Investimenti Marketing: 3 Soluzioni per la tua Azienda IT | Credimi

Da dove partire quando si tratta di fare gli investimenti marketing giusti per la tua azienda informatica e di produzione software? Scoprilo con Credimi.