Gestione Impresa

Sostenibilità aziendale: cos’è, perché è importante, come puoi ottenerla

Sostenibilità-Copertina

Sempre più spesso si sente parlare di sostenibilità aziendale e indicatori ESG, ovvero i parametri che la misurano. Ma cosa significa esattamente essere sostenibili? E perché è così importante?

Vediamo insieme come mai oggi, per un’impresa che vuole crescere, la sostenibilità non solo è diventata imprescindibile, ma è anche vantaggiosa, e quali sono i passi concreti che ogni azienda – anche piccola – può compiere per diventare sostenibile e restare così competitiva sul mercato.

 

Cos’è la sostenibilità e perché è importante per la tua azienda

È bene chiarire innanzitutto cosa significa sostenibilità aziendale. 

Spesso si pensa alla sostenibilità solo in relazione all’ambiente o ad azioni di beneficienza, ma in realtà c’è molto di più. 

Infatti, quando si parla di sostenibilità aziendale ci si riferisce a una nuova concezione dell’attività imprenditoriale. Secondo questa concezione, il fine ultimo di un’impresa non è la sola massimizzazione del profitto (obiettivo tipicamente di breve periodo), ma è la creazione di valore nel lungo periodo, per sé e per gli altri: in altre parole, a vantaggio di tutti le persone coinvolte nel business (proprietari, clienti, dipendenti, partner, fornitori, distributori, comunità locale…) e delle esigenze delle generazioni future.

Ecco perché sostenibilità e ambiente sono spesso associati: perché in un’epoca di crisi climatica, l’azienda deve trovare nuovi modelli di operatività che le permettano di generare valore (innanzitutto, economico) stando attenta a ottimizzare le risorse naturali e ridurre gli sprechi.

Rendere la tua impresa sostenibile è quindi fondamentale per una crescita solida nel tempo. È importante anche per le imprese che vogliono internazionalizzarsi: le ricerche dimostrano che i consumatori di tutto il mondo richiedono sempre di più che le aziende contribuiscano a creare un futuro sostenibile. Ad esempio, secondo Gfk, in Europa ben il 25% dei consumatori sta modificando i propri comportamenti di acquisto per essere più rispettosi verso l’ambiente. 

 

Vuoi portare il tuo business all’estero? Scopri i 5 consigli utili per internazionalizzare la tua impresa!

 

I tre parametri della sostenibilità aziendale: ambiente, economia e società

Abbiamo visto cos’è la sostenibilità aziendale. Ma come si misura? 

Attraverso tre parametri o criteri detti “ESG” (dall’inglese Environmental, Social, Governance). Vediamoli insieme:

  • Sostenibilità ambientale: un’azienda inevitabilmente genera un impatto sull’ambiente naturale. Questo parametro serve a misurare l’impronta ambientale della tua azienda e a ridurre al minimo i danni provocati dalle attività produttive, ad esempio attraverso una diminuzione dei consumi e un’ottimizzazione del flusso di produzione. 
  • Sostenibilità sociale: è il parametro che misura se l’impresa garantisce condizioni di giustizia, salute, equità e benessere per le persone. Ad esempio, per essere sostenibile la tua azienda dovrà tendere ad un trattamento egualitario di tutti i dipendenti, garantire la massima sicurezza sul posto di lavoro, favorire l’autorealizzazione dei lavoratori.
  • Sostenibilità economica: indica la capacità della tua impresa di generare profitti nel tempo ed essere quindi in grado di continuare a operare a lungo termine.

Per essere sostenibile, la tua azienda dovrà inglobare tutte e tre queste dimensioni nel proprio modello di business.

 

Come rendere la tua azienda più sostenibile: 6 consigli

La sostenibilità in azienda è una sfida che richiede cambiamenti soprattutto nell’operare quotidiano, come ridisegnare i tuoi prodotti per andare incontro ai bisogni del consumatore e per ridurre l’impatto generato sull’ambiente, oppure avviare dei piani per il benessere dei tuoi dipendenti (assistenza sanitaria integrativa, buoni pasto, welfare, ecc.). 

Si tratta di trasformazioni complesse, che però porteranno la tua impresa ad essere più solida e più resistente nel tempo. E molte imprese ne sono già consapevoli: secondo una recente ricerca di McKinsey, infatti, oltre il 56% delle aziende del settore tessile ha dichiarato che la sostenibilità sarà un elemento chiave strategico nei prossimi anni, nonché una delle priorità per il proprio business (fonte Fashion’s new must-have: Sustainable sourcing at scale).

Vediamo insieme i sei consigli pratici per rendere la tua azienda più sostenibile.

1) Cerca di avere una visione di lungo termine. Non cercare di massimizzare il ritorno immediato, perché questo ti porterà a scegliere scorciatoie che potrebbero generare effetti negativi: sulla base clienti (es. poca trasparenza nei prezzi), sui dipendenti (come frequenti ristrutturazioni del personale), sull’ambiente (utilizzare processi molto inquinanti), o sui fornitori e i distributori (sfruttare eccessivamente i rapporti di forza). Questo nel lungo termine porterà a dei problemi che impatteranno negativamente anche sulle finanze dell’azienda. Al contrario, cerca di creare un rapporto solido e duraturo con tutti questi interlocutori. 

2) Procedi in modo graduale. Puoi integrare i princìpi ESG nell’operatività della tua azienda in maniera progressiva, in modo da implementare prima solo alcune iniziative in chiave sostenibile, come ad esempio scrivere un codice etico oppure conseguire certificazioni ambientali, e solo successivamente provare a mettere in atto strategie di sostenibilità in tutte le attività aziendali – dalle risorse umane, alla catena di fornitura e distribuzione.

3) Ricorda che la sostenibilità è un’alleata per il tuo business. Prova a capire come può diventare fonte di vantaggio competitivo, ad esempio sviluppando soluzioni e prodotti che, proprio perché sono attenti agli aspetti socio-ambientali, raggiungono nuove fette di mercato oppure ottengono un migliore posizionamento rispetto ai tuoi competitor.

4) Conosci i tuoi interlocutori. Quali sono le esigenze dei tuoi clienti, ma anche dei tuoi fornitori, distributori, dipendenti e della comunità che ruota intorno alla tua impresa? Analizzare i rapporti con questi gruppi di persone (attraverso dei sistemi gestionali o dei sondaggi anonimi) può aiutarti a creare valore condiviso nel lungo termine. Non è un caso che le aziende con la miglior visione a lungo termine siano quelle familiari: perché conoscono il loro territorio e la loro comunità.

5) Lavora per obiettivi, e comunicali. Una volta analizzati i tuoi interlocutori, per andare incontro alle loro esigenze dovrai pianificare delle azioni mirate. Queste azioni possono avere vari tipi di obiettivi, come: aumentare la fiducia dei clienti, o la fedeltà dei distributori, oppure il benessere dei dipendenti. Questi obiettivi dovranno coinvolgere tutti i reparti della tua azienda e avere un orizzonte pluriennale. Inoltre, dovranno essere comunicati: non solo verso l’esterno ma anche verso l’interno, perché i tuoi dipendenti devono sapere qual è il fine del cambiamento che vedranno in azienda ed essere consapevoli di quanto questo vada a vantaggio di tutti.

6) Pianifica i tuoi investimenti con attenzione. Questo punto è essenziale per la riuscita dei tuoi piani di sostenibilità. Infatti, rendere un’impresa più sostenibile richiede uno sforzo anche economico. Per questo, studia bene i tuoi piani di investimento e, ad esempio, quando rivedi il tuo business plan, tieni sempre a mente di allocare una parte di liquidità in favore dei piani di sostenibilità.

È chiaro, quindi, che la sostenibilità in azienda non significa rinunciare a generare un ritorno economico, al contrario! 

Senza la crescita economica, l’azienda non disporrebbe delle risorse per operare e quindi per generare valore anche per tutte le altre persone e realtà coinvolte. 

La sostenibilità è un investimento che permetterà alla tua azienda di continuare a generare valore nel tempo, ma per un investimento così importante servono risorse economiche adeguate e il giusto partner finanziario: Credimi può supportarti nel percorso verso la sostenibilità attraverso un accesso semplice e veloce al credito.

SCOPRI DI PIÙ

 

 

Altre notizie simili
digitalizzazione_aziendale

Digitalizzazione PMI: da vantaggio a necessità

Scopri cos’è davvero la digitalizzazione, perché aiuta la tua impresa a essere più produttiva e come iniziare in modo concreto
sicurezza_informatica

Sicurezza informatica: cosa significa per le imprese e come ottenerla

Scopri cos’è la sicurezza informatica aziendale e come puoi proteggere la tua impresa dagli attacchi informatici!
codice_crisi_imprese_2022

Tutti i cambiamenti del nuovo Codice della Crisi d’Impresa 2022

Cos’è e come funziona il nuovo Codice della Crisi d’Impresa e dell’insolvenza: ecco quali sono i cambiamenti principali.